Appuntamenti ….


Sabato 14 settembre ore 16.15
I sotterranei delle Terme di Caracalla e le videoinstallazioni di Fabrizio Plessi
Dopo i restauri e il consolidamento un ampio settore dei sotterranei delle Terme è tornato fruibile dal pubblico.
Situati sotto l’aula del calidarium, i maestosi ambienti di servizio conservano forni, caldaie e magazzini.
A scandire il percorso di visita Fabrizio Plessi, uno dei più noti e apprezzati videoartisti, ha collocato dodici videoinstallazioni sui temi del fuoco e dell’acqua, sulla storia delle Terme e sulla figura di Caracalla.
L’intensità visiva e poetica delle proiezioni amplifica notevolmente la suggestione del luogo Appuntamento: Viale delle Terme di Caracalla, 52
Quota di partecipazione:
– Biglietto di ingresso: € 11,00
– Visita guidata (auricolari inclusi): associati € 10,00 – ragazzi tra i 6 e i 14 anni € 8,00 – ospiti € 12,00
Prenotazione obbligatoria ed impegnativa tramite mail a Ass. Cult. Prospettiva Arte info@prospettivaarte.it
– comunicando il nominativo e l’età di ogni partecipante; un recapito telefonico
– allegando bonifico bancario (salvo differenti accordi) relativo alla quota di partecipazione (biglietto di ingresso + visita guidata) da effettuarsi sul seguente conto corrente: IBAN IT56M0335901600100000132330 intestato a Associazione Prospettiva Arte specificando nell’oggetto: “Terme Caracalla”
Nota: in caso di mancata partecipazione la quota corrisposta non potrà essere restituita. E’ però possibile farsi sostituire.

Sabato 21 settembre ore 9.45
La Piramide Cestia
Il sito della Piramide Cestia ci ha comunicato che in occasione delle Giornate Gratuite del Patrimonio, previste sabato 21 e domenica 22 settembre, non sarà possibile effettuare la visita programmata.
Riproporremo la visita in data da stabilire.

 

 

Domenica 29 settembre ore 10.30
L’Abbazia delle Tre Fontane
Secondo la tradizione l’apostolo Paolo fu martirizzato in questa valle lungo il percorso della via Laurentina. Alcuni edifici sacri vi sorsero in memoria dei fatti.
Oggi, sul luogo di quelle prime testimonianze, resta il grande complesso monastico dei Padri Trappisti, introdotto dall’Arco di Carlo Magno. Un viale alberato porta nel cuore dell’Abbazia.
Tre chiese, due rifatte nel XVI secolo, la terza risalente al XII, raccontano le fasi del martirio e la storia spirituale del luogo.
Il repertorio artistico e architettonico spazia dall’architettura cisterciense, ai reperti antichi e alle arti del Rinascimento
Appuntamento: Via di Acque Salvie, 1
Quota di partecipazione:
– Ingresso gratuito
– Visita guidata (auricolari inclusi): associati € 10,00 – ragazzi dai 6 ai 14 anni € 8,00 – ospiti: 12,00
Prenotazione obbligatoria e impegnativa tramite mail a Ass. Cult. Prospettiva Arte info@prospettivaarte.it
– comunicando il nominativo e l’età di ogni partecipante; un recapito telefonico
– specificando nell’oggetto: “Abbazia Tre Fontane”
Nota: in caso di mancata partecipazione la quota dovrà essere comunque corrisposta. E’ però possibile farsi sostituire

i viaggi di Prospettiva Arte

Prenotazioni chiuse. Ulteriori richieste soggette a verifica disponibilità

4-6 ottobre 2019
Epifanie di luce. L’oro di Ravenna

itinerario culturale di 3 giorni in treno

Dici mosaico e pensi a Ravenna.

Capitale dell’impero d’Occidente all’inizio del V secolo, sede della corte di Teodorico, sede, infine,
dell’amministrazione bizantina in Italia, Ravenna testimonia il periodo aureo della sua storia attraverso alcuni strepitosi monumenti, che appaiono quasi straniati rispetto al resto del tessuto edilizio. Tanto più sorprendenti, dunque, per la loro eccezionalità.

Disadorni all’esterno, battisteri e chiese risplendono all’interno di una sostanza luminosa che trasforma l’architettura in apparizione.

Per l’alta concentrazione e la qualità delle opere, Ravenna è un osservatorio ideale per seguire l’evoluzione formale del mosaico dall’età tardoantica, ancora nel solco del realismo classico, all’affermarsi del più puro stile bizantino.

Tutte le informazioni le trovate qui

Anticipazioni di Ottobre

Sabato 12 ottobre ore 11.15
La mostra “Impressionisti segreti”, nello spazio “Generali Valore Cultura” a Palazzo Bonaparte
Una cinquantina di dipinti impressionisti provenienti da collezioni private e quasi mai concessi in prestito saranno esposti nel nuovo polo delle arti e della cultura di Palazzo Bonaparte.
Il Palazzo è quello d’angolo tra Via del Corso e Piazza Venezia, inconfondibile grazie al balcone chiuso da una verandina verde. Da dietro le feritoie della veranda Letizia Bonaparte, madre di Napoleone, negli ultimi anni della sua vita scrutava non vista il via vai dei passanti.
Con il suo patrimonio di affreschi e decorazioni, il palazzo è stato restaurato e oggi, finalmente, può essere fruito nella nuova funzione di spazio per la cultura.
In mostra ci saranno Monet, Renoir, Cézanne, Pissarro, Sisley, Berthe Morisot, Gauguin, Signac
Appuntamento: Via del Corso, 295 B
Quota di partecipazione:
– Biglietto di ingresso (inclusi diritti di prenotazione e auricolari interni): € 15,50
– Visita guidata: associati € 8,00 – ragazzi dai 6 ai 14 anni € 6,00 – ospiti: 10,00
Prenotazione obbligatoria e impegnativa entro e non oltre il 20 settembre tramite mail a Ass. Cult. Prospettiva Arte info@prospettivaarte.it
– comunicando il nominativo e l’età di ogni partecipante; un recapito telefonico
– allegando bonifico bancario (salvo differenti accordi) relativo alla quota di partecipazione (biglietto di ingresso + visita guidata) da effettuarsi sul seguente conto corrente: IBAN IT56M0335901600100000132330 intestato a Associazione Prospettiva Arte specificando nell’oggetto: “Mostra Impressionisti”
Nota: in caso di mancata partecipazione la quota corrisposta non potrà essere restituita. E’ però possibile farsi sostituire.

 

Appuntamenti recenti …

Giovedì 25 luglio ore 20.00
E’ tempo “de Noantri”: storia di Trastevere e della sua festa
Passeggiata serale
In questi giorni di luglio i trasteverini celebrano l’ottavario della “Festa de Noantri”, dedicata alla Madonna del Carmine. Un’occasione vissuta con forte orgoglio identitario, come il nome della festa apertamente dichiara. La Madonna venerata qui la chiamano “Fiumarola”, in ricordo del suo ritrovamento nel Tevere, secoli fa.
Noi vogliamo raccontarne la storia insieme a quella di Trastevere, dall’antichità ad oggi, seguendo le nostre rotte tra i vicoli e le piazze del rione, dalla Lungaretta a Sant’Egidio, da Vicolo del Cinque a Santa Maria della Scala.
Al termine della passeggiata, un brindisi per salutarci prima delle vacanze estive

Venerdì 19 ore 20.45
Reale/Virtuale. Viaggio nel Foro di Cesare con Piero Angela e un … “prologo”
Passeggiata serale
Il “prologo” è la breve passeggiata che faremo dal Colosseo alla Colonna Traiana, narrando, per linee essenziali, le ragioni che spinsero Cesare e gli imperatori romani a costruire i grandi complessi forensi che portano il loro nome.
Poi, muniti di cuffie e guidati dalla voce di Piero Angela, compiremo un percorso ad effetti speciali tra i resti del Foro di Cesare, dal Tempio di Venere Genitrice alla Curia del Senato, restituiti al presente grazie alle magie della realtà virtuale.

Venerdì 12 luglio ore 20.00
Castel Sant’Angelo
Visita serale
Castello, come viene chiamato a Roma, è un viluppo di rampe, corridoi, segrete e logge aperte sulla città e sul Tevere.
La sua è una storia di ripetute metamorfosi, architettoniche e funzionali, cui si intrecciano cronache di assedi, complotti, evasioni celebri.
Un monumento tra i più singolari e compositi, da decifrare un passo dopo l’altro

Venerdì 5 luglio ore 19.15
Roma forestiera. Ai piedi di Trinità dei Monti
Passeggiata serale
Monumenti, interventi urbanistici, palazzi di antica nobiltà e, in più, locali e caffè storici, grandi e lussuosi alberghi.
La zona più internazionale di Roma, tale per primato storico, offre una miriade di spunti narrativi, aneddotici e folkloristici inclusi.
L’itinerario attraversa Piazza di Spagna – con l’occhio volto al gran teatro della scalinata e dei campanili della Trinità dei Monti – e percorre Via del Babuino e dintorni, evocando memorie di viaggiatori del passato, artisti e letterati, come Goethe, De Chirico e i poeti inglesi Keats e Shelley.

Venerdì 28 giugno ore 19.45
Roma da sotto in su. Tramonto sul Tevere
Crociera in battello con cena a buffet
Com’è Roma vista dal Tevere?
Che effetto fa navigare dolcemente e vederla apparire pian piano?
Monumenti, palazzi, luoghi che vediamo tutti i giorni acquistano un altro incanto, svelando nuove relazioni prospettiche, volti inediti.
Anche i suoni e i rumori giungono diversi.
Navigando da Ponte Cestio a Ponte Flaminio racconteremo, la storia dei ponti antichi e moderni, il rapporto tra i Romani e il Tevere, i commerci e i riti antichi connessi con l’acqua.
Durante la navigazione sarà servita una cena a buffet.

Domenica 23 giugno ore 17.15
L’EUR. Dalle origini al Giardino delle Cascate
Passeggiata pomeridiana
Il Giardino delle Cascate è un buon esempio di architettura paesaggistica di Raffaele De Vico, autore di numerose sistemazioni a verde della Capitale.
Aperto nel 1961 il Giardino fu chiuso quasi subito, per riaprire solo nel 2017, grazie a un programma di riqualificazione esteso all’intera area del laghetto.
Da qui, a ritroso nel tempo, la visita ricostruisce la storia dell’EUR, passando accanto alla Nuvola di Fuksas per inoltrarsi poi nel nucleo più antico di epoca fascista, tra il Palazzo dei Congressi di Adalberto Libera e il “Colosseo Quadrato” di Ernesto La Padula.

Venerdì 21 giugno ore 19.15
Quattro passi nel Medioevo
Passeggiata serale
Le testimonianze artistiche dell’epoca medioevale sono pregevoli e degne di attenzione.
Dal profilo maestoso della chiesa dell’Aracoeli in Campidoglio, ai nascosti capitelli ionici di epoca medievale della Tribuna di Campitelli, passando per le preziose facciate della Casa dei Crescenzi e di S. Maria in Cosmedin.
Questo e molto altro per riscoprire i fasti di una Roma meno nota e di gran fascino.

Domenica 16 giugno ore 19.00
Vincitori e vinti: il murale di William Kentridge sulle sponde del Tevere
Passeggiata serale
Romolo e Remo, il papato e l’impero, il fascismo, il caso Moro e l’assassinio di Pasolini, Roma città aperta e La Dolce vita: senza vincoli cronologici il grande artista sudafricano William Kentridge ha rappresentato la storia di Roma in una sequenza frammentaria di fatti e personaggi tratti da monumenti antichi e moderni, dal cinema, dai reportage fotografici.
Un fregio in bianco e nero inaugurato il 21 aprile 2016 e realizzato con una tecnica tanto semplice quanto efficace lungo le sponde del Tevere, tra Ponte Sisto e Ponte Mazzini.
Il titolo è “Triumphs and Laments”. Il risultato è potente e fa riflettere.

Sabato 15 giugno ore 10.15
Bernini e i seni dello scandalo. Le Virtù discinte della Cappella da Sylva in Sant’Isidoro
Di ridotte dimensioni, la Cappella è un gioiello barocco conservato nella chiesa seicentesca di Sant’Isidoro, retta dai Francescani irlandesi.
Gian Lorenzo Bernini ideò il progetto, lasciando l’esecuzione delle sculture ai collaboratori. Durante i restauri, all’inizio degli anni Duemila, si è scoperto che le floride e sorridenti figure delle Virtù erano state censurate: nell’Ottocento i loro seni nudi furono coperti da panneggi bronzei, oggi finalmente rimossi.
La Cappella è un esempio ammirevole del “bel composto” berniniano, sintesi equilibrata di architettura, scultura e pittura. L’alternarsi dei marmi policromi, delle sculture candide e dei dipinti impressiona per eleganza e vivacità
L’ovale con l’Immacolata di Carlo Maratti traduce alla perfezione lo spirito del Bernini in pittura.

Sabato 8 giugno
Parigi … in Ciociaria
La casa-museo dell’Académie Vitti ad Atina e l’Abbazia di Montecassino
itinerario culturale di un giorno in pullman

Venerdì 7 giugno ore 19.00 – Il Quartiere Flaminio: dalla “Piccola Londra” al Ponte della Musica

Passeggiata serale
Palazzine stile primo Novecento di due o tre piani, ciascuna servita da pochi gradini di accesso al portone, alberelli e piante a ingentilire gli esterni.
Si respira aria londinese in via Bernardo Celentano, detta anche Piccola Londra, una stradina nascosta di neanche duecento metri, lungo Viale del Vignola.
La sua storia è legata all’ingegnere Quadrio Pirani e al piano regolatore della giunta Nathan. Un unicum in città che pochissimi romani conoscono.
Da qui partiremo per raccontare la storia del quartiere Flaminio, ricordando l’esposizione Universale del 1911, la costruzione del Villaggio Olimpico, il MAXXI.
La passeggiata si concluderà sul Ponte della Musica intitolato ad Armando Trovajoli, progetto di uno studio londinese portato a termine nel 2011.

Informazioni

Info

Per partecipare alle nostre iniziative è necessario essere associati ed essere muniti della tessera associativa come prescritto dalle vigenti norme.
La tessera deve essere portata con sé ad ogni visita e deve essere mostrata dietro richiesta delle competenti autorità.
La tessera è personale e non può essere ceduta a terzi.
Eccezionalmente, e non in forma continuativa, sono ammessi ospiti non residenti o alla prima visita con un sovrapprezzo di € 2.00 sulla quota di partecipazione.
L’Associato ha diritto a partecipare a tutte le attività dell’Associazione e a ricevere i programmi via e-mail.
L’iscrizione per l’anno 2019 è di € 10,00.
L’Associazione si riserva la facoltà di annullare le visite guidate qualora non si raggiunga un numero minimo di partecipanti.
Le prenotazioni sono impegnative. In caso di disdetta, la quota della visita ed il biglietto, laddove previsto, dovranno essere comunque corrisposti a meno che l’associato non provveda a farsi sostituire.
Per una migliore fruizione delle visite, qualora fosse necessario, ci riserviamo la facoltà di utilizzare gli auricolari al costo di € 2.00 a persona.

Prenotazioni e informazioni:
Telefoni:    06 83908219 – 327 8186501
mail: info@prospettivaarte.it