Sabato 14 maggio

Splendori dell’otium romano

Gli scavi di Ercolano e la Villa di Poppea a Oplontis

Itinerario di un giorno in treno e pullman

ercolano.jpg

Come i luoghi più belli del golfo di Napoli, Ercolano fu luogo prediletto dal patriziato romano, che vi costruì splendide ville. La città, più piccola di Pompei, stava sopra un promontorio a picco sul mare e godeva di un clima magnifico.  Residenza d'otium di una élite colta e amante dell'arte, non a caso Ercolano lega la sua fama alla Villa dei Papiri, che ha restituito poco meno di duemila documenti scritti, quasi tutti di argomento filosofico.

La loro eccezionale conservazione, così come quella degli archivi privati ritrovati in gran numero, delle porte delle case, delle coperture in legno, degli oggetti, delle stoffe persino, costituisce la straordinarietà di Ercolano rispetto a Pompei.

Tra i tesori sepolti restituiti dal territorio vesuviano, la cosiddetta Villa di Oplontis, dentro l'abitato di Torre Annunziata, è un luogo che regala rare emozioni. Residenza grandiosa probabilmente appartenuta a Poppea Sabina, conserva uno dei maggiori apparati pittorici del mondo romano, di esemplare raffinatezza.

Programma

 

Ore 7.30 Appuntamento alla Stazione Termini lato Via Marsala

Ore 8,00 Partenza per Napoli con treno Frecciarossa o Italo

Ore 9,13 Arrivo alla Stazione di Napoli Centrale e trasferimento in pullman G.T. agli scavi di Ercolano.

Tra gli aspetti affascinanti di Ercolano la varietà delle abitazioni private, maggiore che a Pompei, e il fatto che si siano conservati i piani superiori e le strutture lignee. Esemplari in tal senso la Casa a graticcio e la Casa del tramezzo di legno. Mosaici, pavimenti a intarsio marmoreo, pitture parietali distinguono le dimore più signorili, come la Casa dei cervi. La bottega annessa alla Casa del mosaico di Nettuno e Anfitrite, visitabile dall’esterno, è la meglio conservata

 

Al termine della visita, trasferimento in pullman per la vicina Pompei per il pranzo

media_post_dqp7zl5_Ercolano_cosa_vedere.jpg
Oplontis di notte Villa di Poppea-2.jpg

La Villa di Poppea

Nel pomeriggio partenza per Torre Annunziata per la visita guidata all'area archeologica della Villa di Poppea

Alcuni indizi hanno portato gli archeologi a ipotizzare che la Villa sia appartenuta a Poppea Sabina, seconda moglie di Nerone. Certo è che la grandiosità e la ricchezza del complesso lasciano pensare a una proprietà imperiale. Davvero imponente il corpus degli affreschi, che rappresentano monumentali architetture illusionistiche tra le quali trovano posto raffinati dettagli: uccelli, maschere, canestri di frutta, oggetti rituali.

Al termine partenza con pullman per la Stazione Centrale di Napoli

Ore 18,09 partenza per Roma con Frecciarossa o Italo

Ore 19,20 Arrivo alla Stazione Termini

 

Quota di partecipazione:

 

Per un gruppo non inferiore alle 15 persone: € 95,00

Per un gruppo non inferiore alle 25 persone: € 75,00

 

La quota comprende:

Pullman privato per i trasferimenti da stazione di Napoli a Ercolano-Pompei-Torre Annunziata-Napoli; un archeologo al seguito del gruppo per tutta la durata delle visite; biglietti d’ingresso ai siti; un accompagnatore tecnico; assicurazione infortuni; auricolari.

 

La quota non comprende:

Biglietto del treno A/R (la tariffa è di circa € 55,00 p.p. soggetta a variazioni al momento dell’emissione) pranzo, extra e tutto quanto non menzionato ne “la quota comprende”

 

 

Per partecipare è necessario essere associati. La quota associativa è pari ad € 10,00 annue

 

 

Modalità di prenotazione e pagamento:

Le prenotazioni dovranno essere comunicate entro il 12 aprile via email, specificando nominativo, numero dei partecipanti, un recapito telefonico, comunicando le modalità di acquisto del biglietto del treno, allegando bonifico di € 45,00 p.p. sul seguente conto corrente:

Associazione Prospettiva Arte - Banca Unicredit – Filiale Morelli, 41

Iban: IT88Z0200805061000105920239

Causale: acconto Ercolano

Saldo entro il 2 maggio (stesso Iban) All’atto del saldo sarà comunicata la cifra esatta da corrispondere in base al numero delle adesioni.

Note tecniche:

Siamo impegnati al rispetto del presente programma. Qualora fosse necessario, ci riserviamo la possibilità di apportare variazioni per motivi tecnico-organizzativi. L'Associazione si riserva la facoltà di annullare il viaggio qualora non si raggiunga il numero minimo di partecipanti

Penalità di cancellazione:

- 30% della quota dall’atto di adesione fino a 30 giorni prima della data di partenza

- 50% della quota fino a 21 giorni prima della data di partenza

- 75% della quota fino a 3 giorni prima della data di partenza

- 100% dopo tale termine

Penalità biglietteria treno

- Secondo le regole del biglietto emesso.